Skip to content
Ravi Chidambar holding a heat exchanger

L’alluminio è la scelta preferenziale del fiorente settore automobilistico indiano

In India, la prima cosa che fa un automobilista è accendere l’aria condizionata nella speranza che l’abitacolo si raffreddi all’istante. “Il nostro obiettivo è progettare evaporatori per scambiatori di calore a raffreddamento rapido”, spiega Ravi Chidambar, CEO di Tata Toyo Radiator Ltd.

In qualità di ingegnere meccanico con specializzazione post-laurea in riscaldamento e ingegneria termica, Chidambar è un vero appassionato di scambiatori di calore ed in particolare del ruolo che riveste l’alluminio al loro interno.

A suo parere, oltre ad assicurare leggerezza e ottima conduttività termica, l’alluminio si adatta perfettamente a diversi tipi di leghe.

La versatilità di design è una caratteristica importante

“Il lavoro del progettista di scambiatori di calore non può che migliorare con l’esperienza”, afferma Ravi Chidambar. “Le soluzioni non si trovano sui libri di testo, ma dipendono dalle applicazioni. Impari e migliori sul campo, e dopo diversi tentativi ottieni il prodotto definitivo”.

Un’automobile contiene 20-25 scambiatori di calore. Tata Toyo Radiator Ltd. ne fabbrica circa un terzo e conta di ampliare ulteriormente la produzione.

“Per i fornitori di soluzioni in alluminio, la sfida consiste nello sviluppare qualità più leggere ma resistenti, leghe e materiali migliori e continuare a migliorare, perché i nostri clienti sono sempre alla ricerca di un alluminio sempre più sottile ed al contempo resistente”, conclude. 

Recommended for you