Skip to content

Partnership

Hydro partecipa a molte partnership globali che contribuiscono a una società più vivibile. Partecipiamo ad associazioni di settore, organizzazioni internazionali e progetti focalizzati su obiettivi specifici.

Hydro si impegna a fondo per aiutare a creare una società più vivibile.

Al di là delle nostre azioni interne, uno dei mezzi più importanti per raggiungere questo obiettivo è il collegamento con gruppi esterni che condividono i nostri obiettivi. Insieme, attraverso il coinvolgimento diretto con organizzazioni internazionali e in progetti, possiamo fare molto.

Raggiungere obiettivi comuni

Partecipiamo a partnership di vario genere, tra cui associazioni di settore, organizzazioni internazionali e progetti focalizzati su obiettivi specifici. Ciascuno di questi tipi di partnership svolge un ruolo diverso nel contribuire al raggiungimento di questi obiettivi.

Mentre competiamo con altre aziende di alluminio nell'arena commerciale, condividiamo molti interessi comuni nella nostra responsabilità come industria. In particolare, Hydro è membro della European Aluminium Association (EEA) e dell'International Aluminium Institute (IAI). Attraverso queste organizzazioni siamo in grado di collaborare alla ricerca di modi per migliorare la società, ad esempio generando sostegno per i programmi di riciclo dell'alluminio.

Sviluppo sociale, etica e integrità

Oltre al nostro settore, partecipiamo a molti forum internazionali incentrati sullo sviluppo sociale, l'etica e l'integrità. Questi includono il Global Compact delle Nazioni Unite e il World Business Council for Sustainable Development.

Le nostre organizzazioni di categoria più importanti sono:

European Aluminium International Aluminium Institute (IAI) International Council on Mining & Metals (ICMM)


Riteniamo inoltre che le classifiche sugli indici che misurano le pratiche commerciali responsabili ci aiutino a spingerci oltre. Hydro è stata quotata negli indici di sostenibilità Dow Jones ogni anno dall'inizio della serie di indici nel 1999. Siamo anche quotati nell'indice globale FTSE4Good e nel settembre 2013 siamo stati selezionati per l'inclusione nel nuovo indice azionario UN Global Compact 100.

Indici di sostenibilità Dow Jones FTSE4Good Global Compact 100

L' Aluminium Association è la voce principale del settore a Washington, DC. Fornisce standard globali, statistiche di settore e conoscenze specialistiche alle aziende associate e ai responsabili politici a livello nazionale. Fortemente impegnata nelle politiche pubbliche e nei forum tecnici, l'Associazione è impegnata a promuovere l'alluminio come metallo sostenibile preferito in tutto il mondo.

Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi economici sono erogati attraverso le quote associative ordinarie.

L' Aluminium Extruders Council (AEC) è un'associazione commerciale internazionale, fondata nel 1950, dedicata a promuovere l'uso efficace dell'estrusione di alluminio in Nord America.

Hydro è impegnata negli obiettivi dell'AEC di iniziative di commercio equo e solidale, promozione dell'industria e istruzione. Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi.

Hydro ha un accordo di cooperazione con AEC che include un contributo annuo di circa 250.000 NOK.

L'Aluminium Stewardship Initiative (ASI) sta lavorando per una maggiore sostenibilità e trasparenza nell'industria dell'alluminio affrontando gli aspetti ambientali, sociali e di governance dell'intera catena del valore dell'alluminio. L'iniziativa, lanciata nel 2012, è il risultato di un impegno multi-stakeholder iniziato nel 2009. ASI ha sviluppato uno standard globale per una gestione sostenibile delle risorse lungo l'intera catena del valore dell'alluminio ed è stato lanciato un sistema di certificazione di terze parti in Dicembre 2017.

Hydro sta partecipando con altre aziende e parti interessate della catena del valore dell'alluminio allo sviluppo dello standard ASI. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

Leggi di più su come lavoriamo con ASI qui .

Amnesty International è un'organizzazione mondiale per i diritti umani controllata dai suoi membri. L'organizzazione è indipendente da qualsiasi governo, agente finanziario, persuasione politica o credo religioso.

Hydro ha un accordo di cooperazione con Amnesty International Norvegia dal 2002. L'organizzazione fornisce ai dipendenti Hydro informazioni e formazione sui diritti umani. Diversi gruppi Hydro, compreso il management, partecipano a programmi di formazione e incontri di dialogo. Hydro fornisce ad Amnesty informazioni sui dilemmi sui diritti umani che le aziende internazionali possono dover affrontare. Hydro contribuisce ogni anno con 750.000 NOK al lavoro generale di Amnesty sui diritti umani.

L' Associazione brasiliana dell'alluminio (ABAL) è stata fondata nel 1970 da diverse aziende produttrici e trasformatrici di alluminio primario. L'obiettivo era creare un forum comune per affrontare i problemi dell'industria dell'alluminio e promuovere l'interesse dell'industria davanti al governo e alla comunità in queste questioni relative all'industria.

Hydro partecipa attraverso comitati di lavoro e gruppi di settore, a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

Per aumentare le nostre conoscenze e garantire un approccio basato sulla scienza, nel 2013 è stato istituito il Consorzio di ricerca sulla biodiversità Brasile - Norvegia (BRC) . BRC è costituito dall'Università di Oslo, in Norvegia, e dai suoi partner brasiliani Museu Paraense Emílio Goeldi, Università federale di Pará e Federal Rural University of the Amazon oltre a Hydro. Lo scopo del consorzio è creare un programma di ricerca connesso alle nostre attività minerarie. L'obiettivo è rafforzare la capacità di Hydro di preservare la biodiversità naturale delle aree in cui estraiamo la bauxite. BRC è stato ulteriormente rafforzato nel gennaio 2016 attraverso un nuovo accordo di collaborazione di ricerca tra il Consiglio per la ricerca norvegese e lo stato del Pará.

Domingos Campos, responsabile HSE e CSR di Hydro in Bauxite e Alumina, è un membro del consiglio di amministrazione. Hydro partecipa ai progetti come appropriato. Nel comitato scientifico, Hydro è rappresentata dal responsabile ambientale Patrick Brading e Domingos Campos.

Hydro è convenzionata con UiO, UFPA, UFRA e Museo Emilio Goeldi. Hydro si è impegnata in progetti con i vari scienziati per un importo di circa 30 milioni di NOK in un periodo di quattro anni. Inoltre Hydro ha un accordo di partnership con UiO che fornisce supporto nella creazione e nella gestione del BRC.

Business Europe è il principale sostenitore della crescita e della competitività a livello europeo, difendendo le aziende di tutto il continente e promuovendo campagne sui temi che influenzano maggiormente le loro prestazioni. Parla a nome delle imprese di tutte le dimensioni in 34 paesi europei le cui federazioni imprenditoriali nazionali sono i suoi membri diretti. Accanto alle federazioni nazionali che insieme costituiscono Business Europe, il Corporate Advisory and Support Group offre servizi particolari a una selezione di aziende in tutti i settori di attività.

Hydro è una società partner di Business Euorpe e partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

Il Centro per gli studi politici europei (CEPS) è un importante ​think tank e ​forum per il dibattito sugli affari dell'UE,​ con capacità di ricerca interna​ e una vasta rete di istituti partner in tutto il mondo. Coprendo tutte le aree politiche europee, offre scambi, fornisce approfondimenti e potenziali soluzioni per la definizione delle politiche dell'UE. Attraverso il CEPS, Hydro è in grado di comunicare a diversi stakeholder. Hydro corrisponde un contributo annuo dato come quota associativa ordinaria e quote aggiuntive in caso di partecipazione a task force aggiuntive, se del caso.

Il governo norvegese ha istituito CICERO (Centro per la ricerca internazionale sul clima e l'ambiente - Oslo) con regio decreto nel 1990. CICERO è un centro di ricerca indipendente associato all'Università di Oslo. La missione di CICERO è condurre ricerche e fornire rapporti, informazioni e consigli di esperti su questioni relative al cambiamento climatico globale e alla politica climatica internazionale con l'obiettivo di acquisire conoscenze che possono aiutare a mitigare il problema climatico e migliorare la cooperazione internazionale sul clima.

Hydro ha stretto un accordo di cooperazione con il progetto di ricerca CICEP (Strategic Challenges in International Climate and Energy Policy) dal 2011. L'obiettivo principale di CICEP è aiutare a identificare e progettare opzioni e strategie politiche realistiche che possano guidare efficacemente la transizione verso un'energia a basse emissioni di carbonio futuro. In particolare, per aiutare a determinare quali delle opzioni politiche che soddisfano i requisiti di base di efficacia possono essere adottate e attuate con successo. Inoltre, il progetto svilupperà conoscenze sulle conseguenze di opzioni e traiettorie politiche plausibili per i mercati dell'energia e delle tecnologie energetiche internazionali ed europei, per le principali industrie norvegesi e per le strategie governative. Hydro contribuisce annualmente a questo progetto di ricerca con 250.000 NOK.

La Confederazione delle imprese norvegesi (Næringslivets Hovedorganisasjon – NHO) è la principale organizzazione norvegese per i datori di lavoro e la principale lobby delle imprese. L'attuale numero di membri di NHO di oltre 22 000 aziende varia da piccole imprese a conduzione familiare a società multinazionali nella maggior parte dei settori. NHO è la voce principale del mondo degli affari e dell'industria in Norvegia. Avendo una conoscenza approfondita e una vasta rete di affari, l'NHO svolge un ruolo importante e costruttivo nella società norvegese. Il loro obiettivo principale è creare e sostenere condizioni che assicurino la competitività e la redditività delle imprese e dell'industria, e quindi mantenere le basi per un buon tenore di vita, una solida crescita economica e uno sviluppo sostenibile.

Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

L'ICMM, l'IPIECA (l'associazione globale dell'industria petrolifera e del gas per le questioni ambientali e sociali) e l'Equator Principles Association hanno lanciato un'iniziativa intersettoriale sulla biodiversità (CSBI) a Washington, DC il 6 febbraio 2013.

L'obiettivo è sviluppare le migliori pratiche sulla biodiversità che le aziende possano implementare e utilizzare.

Hydro sta partecipando a CSBI attraverso la nostra adesione all'ICMM e partecipa attivamente a vari gruppi di lavoro.

L' Istituto danese per i diritti umani (DIHR) è un'istituzione indipendente finanziata dallo Stato. Il loro mandato è promuovere e proteggere i diritti umani e la parità di trattamento in Danimarca e all'estero. Il DIHR collabora con le istituzioni nazionali per i diritti umani, le istituzioni statali con un mandato trasversale per i diritti umani e gli attori del sistema giudiziario, consentendo loro di rafforzare i diritti umani. Assistono nella costruzione di sistemi legali ben funzionanti all'estero e nell'assicurare l'influenza della società civile e aiutano le aziende private a valutare l'impatto del loro lavoro sui diritti umani.

I dipendenti di Hydro non ricoprono cariche negli organi di governo. Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

Energy Norway (Energi Norge) è un'organizzazione industriale senza scopo di lucro che rappresenta circa 270 aziende coinvolte nella produzione, distribuzione e commercio di energia elettrica in Norvegia. All'interno di Energi Norge, ci sono diversi gruppi di lavoro con rappresentanti di Energi Norge e dell'industria energetica in Norvegia.

Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie. Il Forum si occupa di questioni di politica climatica e pubblica documenti politici che vengono distribuiti come posizione comune dell'industria energetica.

Eurometaux costituisce l'interfaccia tra l'industria europea dei metalli non ferrosi e le autorità europee e gli organismi internazionali o intergovernativi. Si impegna a instaurare un dialogo con quest'ultimo al fine di garantire una consultazione tempestiva in tutti i settori della politica e della legislazione che possono interessare l'industria e per far valere le opinioni e le posizioni del settore al riguardo. Promuove inoltre il contributo dell'industria europea e dei suoi prodotti allo sviluppo sostenibile. In tal modo, Eurometaux mira a consentire all'intera catena del valore dell'industria dei metalli non ferrosi di prosperare nell'UE in modo sostenibile.

Hydro è rappresentata dal vicepresidente esecutivo e capo degli affari europei Rønnaug Sægrov Mysterud nel comitato direttivo e nel comitato esecutivo dell'associazione e partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

European Aluminium è il gruppo ombrello europeo per l'industria dell'alluminio, dalla produzione di metalli primari alla semifabbricazione di prodotti in alluminio fino al riciclaggio. European Aluminium rappresenta gli interessi dell'industria nei confronti dei decisori dell'Unione Europea e promuove il contributo dell'alluminio allo sviluppo sostenibile.

In qualità di attore principale nell'industria europea dell'alluminio, Hydro è un membro attivo e di lunga data di European Aluminium.

I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

La European Roundtable of Industrialists (ERT) è stata avviata nel 1983 ed è un forum che riunisce circa 50 direttori esecutivi e presidenti di importanti società multinazionali di origine europea che coprono un'ampia gamma di settori industriali e tecnologici. Attingendo all'esperienza globale dei suoi membri, ERT identifica importanti questioni relative alla competitività europea e sostiene come le politiche pubbliche a livello sia nazionale che europeo potrebbero facilitare i miglioramenti.

Il presidente e CEO di Hydro, Hilde Aasheim, partecipa alle sessioni plenarie dei CEO che determinano il programma di lavoro dell'ERT. Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

L' Iniziativa per la trasparenza delle industrie estrattive (EITI) mira ad aumentare la trasparenza nelle transazioni tra governi e aziende all'interno delle industrie estrattive. L'allora primo ministro britannico Tony Blair ha annunciato l'iniziativa al vertice mondiale sullo sviluppo sostenibile a Johannesburg nel settembre 2002.

Hydro ha sostenuto l'EITI sin dalla fondazione e rendiconta su base volontaria dal 2005. Riportiamo i nostri pagamenti ai governi e parteciperemo a progetti EITI nazionali nei paesi in cui svolgiamo attività estrattive.

Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. Il contributo di Hydro all'EITI viene fornito tramite ICMM.

La Federazione delle industrie norvegesi (Norsk Industri) è stata fondata nel 2005, ma la sua storia risale al 1889 e all'istituzione dell'Associazione dell'industria meccanica. Con circa 2400 aziende associate, il compito più importante della Federazione è garantire che la società comprenda quanto sia importante un'industria redditizia per il nostro benessere futuro. Le azioni chiave sono di conseguenza garantire che le autorità adottino una politica fiscale a lungo termine in cui la competitività dell'industria norvegese abbia la massima priorità e in cui le aziende industriali norvegesi possano sviluppare ulteriormente le loro roccaforti, vale a dire un settore avanzato e ad alta intensità tecnologica industria basata su uno dei nostri asset nazionali: l'energia idroelettrica.

Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

La Gesamtverband der Aluminiumindustrie eV (GDA) con sede a Düsseldorf, in Germania, è stata fondata nella sua forma attuale nel 1992 a Dresda. È un'associazione di aziende di alluminio che producono alluminio grezzo o prodotti in alluminio, compresi i compositi con altri materiali. In qualità di associazione di settore industriale, GDA rappresenta gli interessi di un'industria dell'alluminio efficiente e l'occupazione che offre con l'obiettivo di:

• trasmettere i vantaggi economici, ecologici e tecnici dell'alluminio, anche in concorrenza con altri materiali, e quindi aumentare l'uso di questo "materiale per le generazioni future",
• attuazione degli obiettivi ecologici, economici e sociali dell'industria dell'alluminio in relazione alla sostenibilità,
• continuare a perseguire con determinazione l'attuazione dello sviluppo sostenibile nell'industria dell'alluminio per soddisfare le esigenze del futuro e farlo dialogando con tutti i gruppi della società.

Hydro partecipa regolarmente a progetti e comitati, a seconda dei casi. I contributi economici sono erogati attraverso le quote associative ordinarie.

La Global Reporting Initiative (GRI) è un processo internazionale a lungo termine, multi-stakeholder, la cui missione è sviluppare e diffondere standard di reporting di sostenibilità applicabili a livello globale. Questi standard sono ad uso volontario da parte delle organizzazioni per rendicontare le dimensioni economiche, ambientali e sociali delle loro attività, prodotti e servizi. GRI collabora tra l'altro con il Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP) e UN Global Compact.

Hydro è membro della GRI Community. I dipendenti Hydro possono partecipare a gruppi di lavoro a seconda dei casi, in base ai propri meriti. I contributi economici sono dati come quota associativa ordinaria.

L' International Aluminium Institute (IAI) è un'organizzazione che rappresenta oltre il 60% della produzione mondiale di bauxite, allumina e alluminio e lavora per promuovere l'uso dell'alluminio. È stata fondata nel 1972 e comprende membri dell'intera catena del valore dell'alluminio. IAI lavora per aumentare la conoscenza e una più ampia comprensione di come viene prodotto l'alluminio e come il metallo può essere utilizzato e riciclato per realizzare il suo potenziale sostenibile. IAI inoltre incoraggia e assiste nel continuo progresso per una produzione di alluminio sana, sicura e rispettosa dell'ambiente.

Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

L' International Council on Mining and Metals (ICMM) lavora per promuovere le prestazioni di sviluppo sostenibile nell'industria mineraria e dei metalli. ICMM è stata fondata nel 2001 dopo che un'iniziativa di ricerca multi-stakeholder ha identificato i potenziali contributi dell'industria mineraria a una società sostenibile. Il consiglio riunisce 21 società minerarie e metallurgiche, nonché 33 associazioni minerarie nazionali e regionali e associazioni globali di materie prime per affrontare le principali sfide dello sviluppo sostenibile. Le aziende associate a ICMM sono tenute a impegnarsi pubblicamente a migliorare le proprie prestazioni di sostenibilità e a riferire sui propri progressi su base annuale.

Il presidente e amministratore delegato di Hydro, Hilde Merete Aasheim, è membro del consiglio ICMM e il capo del New Business & Sustainable Development, Giuliana Larice, è membro del comitato di collegamento principale. Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

L' International Emissions Trading Association (IETA) è un'organizzazione commerciale senza scopo di lucro creata nel 1999 per stabilire un quadro internazionale funzionale per il commercio di riduzioni delle emissioni di gas serra. L'adesione di IETA comprende aziende internazionali leader di tutto il ciclo commerciale del carbonio. I membri di IETA cercano di stimolare lo sviluppo di schemi di scambio di emissioni che si traducano in riduzioni reali e verificabili delle emissioni di gas serra, bilanciando l'efficienza economica con l'integrità ambientale.

Il direttore dell'ufficio per il clima di Hydro, Liv Rathe, è un membro del consiglio di amministrazione. Hydro partecipa a diversi gruppi di lavoro, con particolare attenzione ai comitati incentrati sull'EU Emission Trading Scheme. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

IFIEC Europe è un'associazione internazionale senza scopo di lucro di natura scientifica, costituita nel 1989 e disciplinata come Association internationale sans ma redditizia (aisbl) di diritto belga con sede a Bruxelles, Belgio. IFIEC Europe rappresenta gli interessi degli utenti industriali di energia in Europa per i quali l'energia è una componente significativa dei costi di produzione e una chiave per la competitività nelle loro attività sia in Europa che nel mondo.

Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

Il Maritime Anti-Corruption Network (MACN) è una rete aziendale globale che lavora per la visione di un'industria marittima libera dalla corruzione che consenta un commercio equo a beneficio della società in generale ed è diventata uno degli esempi più eminenti di azione collettiva per contrastare la corruzione.

Hydro è diventata membro di MACN nel 2017. La rete fornisce a Hydro una preziosa visione delle sfide specifiche all'interno dell'industria marittima e di come Hydro, come parte importante della catena di approvvigionamento, può contribuire alle soluzioni con un approccio più mirato. Hydro contribuisce finanziariamente attraverso le quote associative ordinarie. Inoltre, ogni membro deve contribuire con un contributo iniziale una tantum di USD 4000 al fondo di azione collettiva MACN.

Metals Pro Climate è un'iniziativa che presenta e mette in evidenza i risultati e il potenziale dell'industria dei metalli non ferrosi (NF) nella protezione del clima, nell'efficienza energetica e delle risorse. L'iniziativa comprende alcune delle aziende leader nel settore dei metalli NF.

Le potenzialità di risparmio del settore costituiscono un elemento essenziale delle misure e delle attività industriali per combattere il riscaldamento globale. Le proprietà dei materiali di alluminio, rame, zinco e altri metalli NF trasformano le aziende produttrici e trasformatrici di metalli di Metals Pro Climate in indispensabili protettori del clima grazie all'efficienza energetica e al risparmio di CO2 nella produzione e prodotti durevoli e moderni legati a raccolta differenziata.

Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi economici sono erogati attraverso le quote associative ordinarie.

Il Nobel Peace Center è il museo dedicato al Premio Nobel per la Pace. Le loro installazioni permanenti raccontano la storia di Alfred Nobel e dei vincitori del Premio per la Pace e il loro lavoro impegnato e innovativo. Le loro mostre temporanee forniscono informazioni sui campi della guerra, della pace e della risoluzione dei conflitti, spesso presentate in modi nuovi e sorprendenti. Hydro è uno dei principali sponsor del centro e ha contribuito annualmente con 3 milioni di NOK dal 2005.

Transparency International (TI) è un'organizzazione mondiale che lavora per combattere la corruzione. TI ha posto la lotta alla corruzione all'ordine del giorno e lavora in relazione con i governi, le organizzazioni e le imprese e l'industria.

Hydro è stata attivamente coinvolta nella formulazione dei Business Principles for the Countering of Bribery di TI e lavora a stretto contatto con il segretariato internazionale di TI. Hydro è stato un partner di supporto di TI Norvegia sin dalla fondazione del capitolo e ha partecipato all'aggiornamento del "Proteggi la tua attività - Manuale anticorruzione per il settore commerciale norvegese".

Il presidente e CEO di Hydro Hilde Aasheim è membro del "Business Advisory Board" di Transparency Internationals da giugno 2015. Hydro ha un accordo di cooperazione con TI Norvegia che include un contributo annuale di 250.000 NOK.

La Verband der Industrielle Energie und Kraftwirtschaft (VIK) è composta da 300 aziende dell'industria e del commercio che hanno un tema comune: l'energia. VIK lavora con le politiche a livello statale, federale ed europeo relative alle decisioni sull'approvvigionamento energetico.

Hydro partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

Istituiti nel 2000, i Principi Volontari sulla Sicurezza e sui Diritti Umani sono un insieme di principi progettati per guidare le aziende nel mantenere la sicurezza e la protezione delle loro operazioni all'interno di un quadro operativo che incoraggia il rispetto dei diritti umani. I principi sono il risultato di governi degli Stati Uniti e del Regno Unito, aziende dei settori estrattivo ed energetico e organizzazioni non governative, che si sono impegnate in un dialogo sulla sicurezza e sui diritti umani. I partecipanti riconoscono l'importanza della promozione e della protezione dei diritti umani in tutto il mondo e il ruolo costruttivo che le imprese e la società civile, comprese le organizzazioni non governative, i sindacati e le comunità locali, possono svolgere nel portare avanti questi obiettivi.

L'area commerciale di Hydro Bauxite & Alumina partecipa a progetti e comitati a seconda dei casi. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

Wirtschafts Vereinigung Metalle (WVM) è un'associazione di metalli non ferrosi che rappresenta gli interessi politici di questo settore e concentra le sue attività politiche per questi membri a Berlino e Bruxelles con uffici in entrambe le capitali. WVM è membro del consiglio di amministrazione di BDI, l'associazione mantello dell'industria tedesca. Oltre all'industria chimica, WVM è un grande rappresentante delle industrie ad alta intensità energetica. WVM collabora con Eurometaux, l'associazione sorella per l'industria NF a livello UE a Bruxelles.

Hydro partecipa regolarmente a progetti e comitati, a seconda dei casi. I contributi economici sono erogati attraverso le quote associative ordinarie.

Dalla sua creazione nel 2000, il Prototype Carbon Fund della Banca Mondiale ha assegnato risorse a progetti, principalmente nei paesi in via di sviluppo, che portano a un'ulteriore riduzione dei gas serra. Il fondo è stato il primo del suo genere ad essere istituito al mondo per la generazione di crediti di carbonio. Essendo il fondo un pilota, con le sue attività ha influenzato la regolamentazione per l'acquisizione di crediti di carbonio amministrata dall'ONU. Oggi, la Banca mondiale ha molti fondi e strutture per il carbonio.

Insieme ad altre 26 aziende e governi, Hydro ha una quota nel fondo. Il direttore dell'ufficio per il clima di Hydro, Liv Rathe, è rappresentante nel comitato direttivo del fondo

Il World Business Council for Sustainable Development (WBCSD) è una coalizione di 150 aziende internazionali unite da un impegno condiviso per lo sviluppo sostenibile basato sui tre pilastri della crescita economica, dell'equilibrio ecologico e del progresso sociale.

Hydro ha contribuito attivamente al Progetto Mobilità Sostenibile del WBCSD, completato nel 2004, e alla stesura del Greenhouse Gas Protocol, uno standard internazionale per il calcolo e la rendicontazione delle emissioni di gas serra. Hydro partecipa anche ai processi rilevanti per l'energia e il clima di WBSD. I contributi finanziari sono dati come quote associative ordinarie.

L'UNICEF opera in oltre 190 paesi e territori per salvare la vita dei bambini, difendere i loro diritti e aiutarli a realizzare il loro potenziale, dalla prima infanzia fino all'adolescenza. La strategia di responsabilità sociale di Hydro di concentrarsi sull'istruzione e sullo sviluppo delle competenze è allineata con diverse aree delle competenze chiave dell'UNICEF. Ciò è rafforzato dalla portata globale dell'UNICEF e dalla presenza internazionale di Hydro, e sono stati importanti fattori trainanti di questa partnership.

Hydro è un Signature Partner dell'UNICEF Norvegia per contribuire a un'istruzione di qualità per bambini e adolescenti. Hydro attualmente supporta i programmi Upshift dell'UNICEF in India e in Italia e contribuisce con 1,5 milioni di NOK all'anno per sostenere il lavoro dell'UNICEF.

Nel settembre 2015 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato formalmente l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, insieme a una serie di 17 nuovi audaci obiettivi globali per porre fine alla povertà, proteggere il pianeta e garantire la prosperità per tutti. Ogni obiettivo ha obiettivi specifici da raggiungere nei prossimi anni fino al 2030. Gli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite costituiscono una visione universale, integrata e trasformativa per un mondo sostenibile. Per gli obiettivi da raggiungere, il Segretario Generale delle Nazioni Unite ha invitato tutti a fare la propria parte: Governi, settore privato e società civile. Invitano esplicitamente le imprese a utilizzare la creatività e l'innovazione per affrontare le sfide dello sviluppo e riconoscono la necessità che i governi incoraggino la rendicontazione della sostenibilità.

Usiamo SDG Compass, uno strumento costruito in una partnership tra GRI, UN Global Compact e il World Business Council on Sustainable Development, per fare una revisione di alto livello su come ci relazioniamo agli obiettivi di sviluppo della sostenibilità delle Nazioni Unite nell'indice GRI di Hydro. La recensione completa su come Hydro si relaziona agli obiettivi di sviluppo della sostenibilità delle Nazioni Unite è disponibile di seguito.

Recommended for you